Crea sito

Stornello ad Assisi

... Affaccete a la finestra, Luciola,
che te saluta Pauluccio tuo,
e t'ha portato 'n canestrello d'ove
coperto co'le pampane dell'uva.



Bella che te ne ste' n cima a sto colle,
s vol fa magnà' quattro cipolle
cotte sott'a brace calle, calle

Chi magna la 'nzalata sen'aceto
se leva da tavola svojato:
chi fa la mor con donna da marito
poco guadagno fa l'innamorato;
e chi coce la neve su lo spido
se trova co' lo foco arismorzato.

Ci avevo na ragazza piccolina,
per disgrazia de Ddio me s'è mmalata:
de zucchero e cannella l'ho guarita,
robba de speziaria non è mancata...



La Fiera di San Magno

Magno Magno,
fa fiera di san Magno,
la gente s'arduna
da tutta la pianura:
le pecore e le vacche
arrivano stracche.
Bianche e bianchelle
a truppe le vitelle;
San Magno ha 'nnacquato,
lu pecuru è fujato,
lo cerca lu padrone
e porta lu bastone;
gira e rigira,
se ferma all'osteria,
lo vino è dolcione,
s'addorme su 'n cantone
Arriva lu vitellu,
je ruba lu cappello
je casca lu bastone,
ce 'nciampa lu padrone,
lu pecuru ride
ride e passeggia,
se ferma su na stalla,
ce trova 'na caalla,
la cavalla è de lu re,
vieni, cavalla
vieni con me.



Li Pranzi Difficili

Che? li pranzi de lussu?...Semo matti?...
Ma me sai di a che ardà', compar Luchetta
de dov'è sta a assaghjà' tutti li piatti,
e a scappà co' 'na fame maletetta?

Io per me ce jirria, ma co' ' sti piatti:
de non fa' comprimenti e non da 'rretta
a le sciapate de 'sti cazzumatti,
che guardano all'usanze e all'etichetta.

A me me piaciria che le canasse
fossero porbiu le patrone spotiche
de magnà' e de trebbià' fino a straccasse.

Io dico: casa sua, riposu sua,
ch'anchi se c'issi le fae co' le cotiche,
li magni, cachi e pisci a mmotu tua!



La Guerra del Sale

Paolino terzo disse ai Peruini:
"Fijioli miei, ho bisogno de guadrini
e siccome, pensavo stamattina,
ancora n' adoprate la benzina,
la sovrimposta, fiji, è naturale
che i' ve la rimedi sopra 'l sale"

Da Perugia arisposono "Sor capo,
piuttosto che paghè magnamo sciapo,
e sen tutti decisi, 'n conseguenza,
a comincè diman la resistenza
e a dimostrè 'n tal modo che da noe
de sale, 'n zucca almen, ce n'è 'n bon poe"...



Quaresima

Per quarantasei giornate
non se magnano più frittate:
la domenica a matina
un coscitto de gallina,
un coscitto de capretto
e un ovu benedetto.



Filastrocche

Chi ha mangiat le bune galline,
tenga su ste figlioline,
chi ha mangiato i buoni capponi,
tenga si sti figliolini.

Sotto le pergole nasce l'uva
prima 'cerba e poi matura;
viene il vento, la fa cascà',
pesce fritto e baccalà.